Power Plane Considerations

In document DP83843 (Page 39-0)

I rischi specifici presenti negli ambienti di lavoro oggetto dell’appalto sono riportarti di seguito: per ogni rischio viene riportata una sintetica descrizione delle cause e le eventuali prescrizioni di natura gestionale e/o operativa.

a. RISCHI AMBIENTALI a.1. Rischio traffico

Le aree interessate dal servizio possono trovarsi in adiacenza a parcheggi e/o piazzali percorsi a piedi dai dipendenti delle Società, dai mezzi degli stessi, dai mezzi operativi e dai mezzi adibiti al carico delle immondizie presenti nei contenitori ivi depositati di con-seguenza è presente un limitato rischio traffico.

a.2. Altri cantieri o insediamenti produttivi limitrofi o interferenti

Al momento della redazione del presente documento non vi sono rischi specifici. Nel caso si dovesse andare incontro a interferenze con altre imprese, sarà necessario so-spendere immediatamente le varie attività e coordinarsi con il Direttore dell’esecuzione del contratto. Le zone di lavoro dovranno essere idoneamente segnalate e delimitate in modo da evitare l’accesso da parte di personale non autorizzato.

a.3. Rischio Impianti

Nelle aree interessate dal servizio potrebbero esserci impianti particolari e/o attrezzatu-re interfeattrezzatu-renti con le attività oggetto dell’appalto. La Ditta dovrà effettuaattrezzatu-re i necessari controlli preventivamente all'inizio delle attività. Eventuali modifiche impiantistiche, ne-cessarie alla prosecuzione di attività della Committente, devono essere concordate con Il Direttore dell’esecuzione del contratto e coordinate, con specifico cronoprogramma, in funzione alle necessità Aziendali. Prima di iniziare qualunque tipo di attività sarà obbli-gatorio effettuare un'opportuna ricognizione preventiva con le strutture competenti per un’informazione sulle modalità e gli orari d'intervento.

a.4. Linee e condutture di servizi

Nelle aree oggetto del servizio sono presenti linee e sottoservizi che potrebbero compor-tare un rischio di elettrocuzione in caso di contatto con le attrezzature impiegate. Sarà obbligatorio da parte dell’impresa appaltatrice eseguire un sopralluogo per constatare le problematiche relative ai lavori da effettuare.

a.5. Rischio di caduta dall'alto Non vi sono elementi di rischio.

a.6. Valutazione del rumore (dall'esterno all'interno e verso l'esterno del cantiere) Non vi sono elementi di rischio.

a.7. Presenza di sostanze inquinanti nell'aria (dall'esterno all'interno ed emis-sione di agenti inquinanti) Polveri, Fibre, Fumi, Vapori, Gas, Odori o altri inquinanti aerodispersi

Non vi sono elementi di rischio.

a.8. Presenza di materiali/prodotti pericolosi

Nelle aree di parcheggio o nei piazzali della Società, possono essere presenti scatolette in plastica di colore nero, contenenti prodotti derattizzanti, opportunamente segnalati. Il personale dell'impresa, dovrà prestare una particolare attenzione a tali prodotti, evitan-done possibilmente il contatto. Per una eventuale manipolazione, a seguito di sposta-mento, indossare i guanti di gomma o di PVC.

a.9. Rischi strutturali

L’impresa appaltatrice dovrà garantire la piena conservazione ed integrità delle infra-strutture della committente e dovrà effettuare i necessari controlli preventivamente all'i-nizio delle attività.

a.10. Presenza di fossati alvei fluviali Non vi sono elementi di rischio.

a.11. Presenza di alberi Non vi sono elementi di rischio.

b. ALTRI RISCHI SPECIFICI DELL’AMBIENTE DI LAVORO DOVUTI ALL'ESECUZIONE DI ATTIVITÀ

Sarà necessario porre attenzione durante le operazioni di pulizia delle varie cappe di aspirazione a non scivolare e/o a urtare accidentalmente contro le altre attrezzature pre-senti all’interno della mensa aziendale.

Nel caso in cui all’interno del Centro servizi di Palmanova dovessero essere svolti lavori edili o di ingegneria civile atti alla realizzazione della nuova Palazzina uffici o all’adeguamento funzionale della Palazzina secondaria del Centro servizi di Palmanova, sarà tassativamente necessario coordinarsi con il Direttore dell’esecuzione del contratto, recependo eventuali direttive impartite.

RISCHIO DESCRIZIONE PRESCRIZIONI

Colpi, tagli, abrasioni Contusioni, tagli, abrasioni cau-sati da urto con ostacoli ed og-getti presenti negli ambienti di la-voro oggetto dell’appalto.

L’impresa appaltatrice o lavorato-re autonomo può richiedelavorato-re al Di-rettore dell’esecuzione del con-tratto la temporanea rimozione di eventuali ostacoli che possano compromettere la movimentazio-ne dei materiali da impiegare nell’appalto. Spetterà al referente della committente valutare la fatti-bilità della proposta ed eventual-mente autorizzare la rimozione.

Cadute in piano Cadute in piano a seguito di in-ciampi per superfici sconnesse o pavimentazioni rimosse, presen-za di gradini con pendenpresen-za ele-vata o bagnati, superfici scivolo-se o bagnate.

Presenza di ostacoli.

Lavorazioni in presenza di cuni-coli.

L’impresa appaltatrice o lavorato-re autonomo dovrà accertarsi del-le eventuali criticità strutturali negli ambienti di lavoro oggetto dell’appalto, attraverso sopralluo-go obbligatorio in modo da predi-sporre le idonee attrezzature ed organizzare le attività od il transito nelle aree a rischio od impegnate da altre attività.

Elettrocuzione Elettrocuzione per contatto diret-to o indiretdiret-to con parti dell'im-pianto elettrico in tensione.

E’ fatto assoluto divieto all’impresa appaltatrice o lavorato-re autonomo di intervenilavorato-re auto-nomamente sui quadri e sugli im-pianti elettrici della committente.

La dismissione dell'alimentazione elettrica, di impianti soggetti a la-vorazioni, deve essere concordata preventivamente con il Direttore dell’esecuzione del contratto.

L’allacciamento di eventuali appa-recchiature, necessarie allo svol-gimento dei lavori, alla rete elettri-ca degli immobili o pertinenze che costituiscono sede di lavoro della

committente sarà possibile solo previa autorizzazione del referen-te della Commitreferen-tenreferen-te.

Sicurezza dei posti di lavoro

Casi di segnalazione di allarme per eventi calamitosi

L’impresa appaltatrice o lavorato-re autonomo dovrà plavorato-rendelavorato-re vi-sione del piano di emergenza ed evacuazione dell'edificio o perti-nenza dove si svolgono operazio-ni di consegna, montaggio, carico e scarico ed informarne il perso-nale impiegato nelle operazioni.

In document DP83843 (Page 39-0)