MEDICINALI POLACCHI - PISAREK OTC

6) in assenza di, con il valore di senza (Serianni 2005: 138):

3.2.2.4. Microsintassi e TC nei FI

Per quanto riguarda la microsintassi nel linguaggio medico italiano, si nota una frequente omissione dell’articolo indeterminativo, che può essere sostituito da quello determinativo (ma questo non avviene sempre) in “oggetti, soggetti e nomi del predicato in posizione postverbale al singolare” (Serianni 2005: 133). Tale situazione viene segnalata nei seguenti esempi con [#]:

Per chi svolge attività sportiva l’uso di questo medicinale senza effettiva necessità terapeutica costituisce doping e può determinare [#] positività ai test antidoping. (Adrenalina Monico); Non somministrare il prodotto durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare [#] induzione delle monossigenasi epatiche (Paracetamol); L’uso di medicinali contenenti alcool etilico può determinare [#] positività ai test anti-doping […] (Viruxan).

Nel corpus si nota però anche la situazione in cui l’articolo indeterminativo non è stato omesso:

la velocità dello svuotamento gastrico può determinare rispettivamente una diminuzione o un aumento della biodisponibilità del prodotto. (Paracetamol).

L’omissione dell’articolo indeterminativo si verifica inoltre in complementi indiretti retti da preposizione:

Raramente riscontrate, e per lo più in seguito a [#] somministrazione endovenosa di alti dosaggi (Benzilpenicillina Potassica); in seguito a [#] sovradosaggio acuto sono stati riportati nausea, […] (Metamisolo Sodico); La dose raccomandata è di 0,5 – 1 mg mediante [#] iniezione nel muscolo (intramuscolare) (Adrenalina Monico); Prelevare mediante [#] siringa il contenuto della fiala solvente (Cefotaxima); Raramente riscontrate, e per lo più in seguito a [#] somministrazione endovenosa di alti dosaggi (Benzilpenicillina Potassica); Nei casi in cui sia preferibile ricorrere all’introduzione per via venosa questa può essere condotta mediante [#] flebo (Viruxan); Nei casi più gravi può essere necessaria la somministrazione in vena (infusione endovenosa) di 0,5 mg con una velocità di infusione pari a 100 microgrammi al minuto, dopo [#] opportuna diluizione 1:10.000 […]

(Adrenalina Monico).

Vengono tuttavia documentati i casi in cui l’omissione dell’articolo indeterminativo non è avvenuta:

Dopo un sovradosaggio, gli effetti indesiderati di seguito descritti possono comparire con intensità incrementata (Cerchio); Durante la somministrazione si può determinare un momentaneo aumento dell’acido urico (Viruxan);

Durante periodi di stress o durante un attacco di asma grave (Budineb); ha avuto problemi ai tendini durante un precedente trattamento con antibiotici come CUSPIS (Cuspis); Nei pazienti con funzione immunitaria gravemente compromessa (ad esempio, dopo un trapianto di midollo osseo) (Aciclin Aciclovir); In seguito ad un uso non appropriato del medicinale (via sistemica) o all’applicazione dell’acido borico su ferite e lesioni e dopo un uso prolungato, […] (Acido Borico).

L’articolo viene inoltre omesso abitualmente con alcuni nomi, come con quelli latini relativi a batteri, virus e altri microorganismi con i relativi derivati italiani (con qualche eccezione):

per il trattamento delle infezioni da Herpes Simplex della pelle e delle mucose, compreso Herpes genitalis primario e recidivante (Aciclin Aciclovir); In caso di infezioni sessualmente trasmesse è necessario escludere una

concomitante infezione da Treponema pallidum. Non sono state stabilite sicurezza ed efficacia per la prevenzione o il trattamento di Mycobacterium Avium nei bambini (Macrozit); […] congenita in bambini le cui madri avevano ricevuto streptomicina in gravidanza; La co-somministrazione o l’uso seriale – sia topico che sistemico - di altri agenti neurotossici, ototossici o nefrotossici, in particolare bacitracina, cisplatino, amfotericina B, ciclosporina, tacrolimo, cefaloridina, paromomicina, viomicina, polimixina B, colistina, vancomicina o altri aminoglicosidi (kanamicina, gentamicina, tobramicina, neomicina, streptomicina) (Likacin).

In alcuni FI si trovano tuttavia i seguenti casi in cui viene mantenuto l’articolo:

Non sono disponibili dati specifici circa la soppressione delle infezioni da Herpes simplex od il trattamento dell’Herpes Zoster nei bambini con normale funzione immunitaria. (Aciclin Aciclovir); L’amoxicillina appartiene ad un gruppo di medicinali chiamati “penicilline” (Abioclav); L'aciclovir viene escreto principalmente immodificato nelle urine attraverso la secrezione tubulare renale attiva (Aciclin Aciclovir).

Oltre a ciò l’articolo viene omesso con i nomi registrati di medicinali (con qualche eccezione):

Si sottoponga a controlli ai reni se contemporaneamente all’assunzione di CEFOTAXIMA ABC sta prendendo medicinali dannosi per i reni (Cefotaxima ABC); Cetirizina dicloridrato è il principio attivo di Cerchio. Cerchio è un farmaco antiallergico (Cerchio); ABIOCLAV è un antibiotico che funziona uccidendo i batteri che causano infezioni; KRUXAGON contiene il principio attivo omeprazolo (Abioclav).

Fra le eccezioni in cui l’articolo viene conservato nel corpus analizzato si possono citare:

La BIOCHETASI è un policomposto ad azione antiacidosica […] (Biochetasi); Il Viruxan deve essere somministrato con precauzione nei pazienti gottosi a causa del possibile aumento dei tassi di acido urico […]

(Viruxan).

Tali casi a livello della microsintassi non vengono riconfermati nella lingua polacca, in quanto essa non prevede la presenza degli articoli: il contributo determinativo, indeterminativo o partitivo viene dedotto dal contesto.

In base a quanto sopra esposto, viene tuttavia confermato che all’interno dei FI italiani sono presenti i tecnicismi collaterali di tipo morfosintattico e che inoltre la loro presenza risulta esser di grande rilevanza. Questo dato riconferma la loro appartenenza ad un linguaggio specialistico e, in quanto tali, li pone nell’ottica dei testi di difficile comprensione da parte degli utenti. Per quanto riguarda la lingua polacca, la questione dei tecnicismi collaterali risulta invece essere ancora poco chiara, ma, in base all’analisi degli equivalenti polacchi, individuati tramite la comparazione di diversi bugiardini rientranti nel gruppo del corpus della ricerca, si è riusciti a giungere ad alcune conclusioni interessanti. Prima di tutto

gli aggettivi relazionali, che in lingua italiana vengono considerati come rappresentanti dei tecnicismi collaterali, in polacco risultano meno frequenti; malgrado la loro presenza sia comunque significativa, e nei casi in cui non se ne fa ricorso, di solito i TC italiani vengono espressi con l’utilizzo di un sostantivo al genitivo. Nel corso dello studio si è comunque riusciti ad individuare delle strutture equivalenti a quelle italiane e non si esclude la loro appartenenza al gruppo dei tecnicismi collaterali, qualora essi vengano stabilmente confermati nella lingua polacca. È stato inoltre possibile trovare nella lingua polacca i corrispettivi delle locuzioni preposizionali segnalate da Luca Serianni come dei TC. Nel maggior numero dei casi la loro individuazione ha tuttavia portato a diverse soluzioni alternative, non permettendo una univoca identificazione. Per quanto riguarda la microsintassi, invece, come è stato appena segnalato, vista la mancanza degli articoli nella lingua polacca, risulta impossibile svolgere un confronto di questo tipo.

W dokumencie Leggibilità e comprensibilità del linguaggio medico attraverso i testi dei foglietti illustrativi in italiano e in polacco (Stron 174-177)